Archivio mensilemarzo 2017

0

Dopo il successo dello spettacolo teatrale “Sono Solo Suono” e quello della canzone antirazzista “Gente Do Sud” del collettivo Terroni Uniti, Ciccio Merolla torna sul palco  con il suo groove inimitabile per dare vita ad un nuovo live  che si terrà sabato 1 Aprile presso HBTOO

ciccio-merolla-ph-filangieri Sul palco del locale di Coroglio, il musicista partenopeo con il dubmaster Oluwong,  proporrà brani del suo repertorio come Song ‘E Napule, Fratamme’, ‘O munno che sento’ e tanti altri,  intervallati come sempre da virtuosismi ed assoli di percussioni, a cui aggiungerà nuovi brani, come il nuovo singolo “Caravan Petrol rmx”  che anticipa l’uscita dell’album.Con questo brano il musicista  rende  omaggio ad un grande nome della canzone partenopea, Renato Carosone, incidendo  una versione inedita di Caravan Petrol (OLW RMX)

Il brano originale, pubblicato da Renato Carosone nel 1958, da un punto di vista musicale è una delle prime canzoni che mescola sonorità arabe con la musica occidentale e, proprio questa sua caratteristica, Ciccio Merolla sceglie di interpretarlo, perché vicino alle sue sonorità che mescolano con maestria i suoni arabi con quelli napulegni. Il remix di Andrea “Oluwong” Espostito conferisce un’ulteriore contemporaneità ad un brano già moderno ed attuale come Caravan Petrol, dandogli nuovo smalto ancora più radiofonico  e spendibile nelle dance floor della prossima estate. La darabouka, suonata con il virtuosismo del Ciccio Merolla percussionista,  non snatura il brano originale,  ma lo veste ancora di più di quell’oriente non troppo lontano.

Anche da un punto di vista contenutistico, Ciccio Merolla rispetta l’ironia del testo, convogliandola nel  videoclip del brano https://youtu.be/GUaZP23PhpA    per la regia di Gianluigi Sorrentino, che sceglie come set quello informale della casa di Ciccio Merolla, in particolare della cucina in cui il musicista prepara un invitante piatto di spaghetti al pomodoro. Dopo quasi sessant’anni dall’uscita del brano, il musicista canta quei versi attualissimi canzonando chi è ancora alla ricerca spasmodica di un petrolio, simbolo, questa volta, di quei falsi dei della felicità a cui Ciccio Merolla decostruendone l’autorità,  offre con un sorriso un piatto di pasta da consumare in compagnia.

HBTOO via Coroglio 156

Start h23

0

La maggioranza delle donne è afflitta dal problema “Cellulite” in misura piu’ o meno evidente e ciò è fonte di disagio soprattutto quando si avvicina la “prova costume”. La lotta alla cellulite deve avvenire tutto l’anno e attuare così una strategia preventiva  di questo fastidioso  inestetismo

bormio-terme-trattamento-anticellulite-t-1000x800-3A cura della Dr.ssa Elena Merolla – esperta e qualificata in medicina estetica ed anti- aging              

La lotta alla cellulite deve  coinvolgere tutto l’anno la persona che ne è afflitta per attuare una strategia PREVENTIVA più che correttiva in quanto l’inestetismo che ne deriva è espressione di una condizione cronica di alterazioni del Microcircolo nelle fasi piu’ precoci e solo nelle fasi più avanzate diventa una vera e propria malattia del tessuto adiposo.

Predisposizione costituzionale, alterazioni microcircolatorie, sedentarietà, cattiva postura, errori nutrizionali, fumo di sigaretta e alcol : questi i nemici da combattere con metodo e costanza.

Nessuno sport elimina la cellulite e così pure nessun intervento chirurgico ma solo un corretto INQUADRAMENTO DIAGNOSTICO da parte del medico- estetico permetterà di investire per un futuro di salute e benessere.

Una attività fisica regolare e costante per favorire il lavoro della POMPA MUSCOLARE a livello degli arti inferiori aiuta a migliorare il RITORNO VENOSO: consigliati almeno venti minuti a passo svelto, tutti i giorni con scarpe comode ( anche tornare a piedi dall’ufficio o per le adolescenti da scuola ), uso regolare della cyclette comodamente a casa  o in palestra.

Sconsigliati invece lo sport a forte impatto traumatico all’appoggio plantare per non apportare un ulteriore danno alla microcircolazione.

Benissimo nuoto o acquagym!

Molto importante è dare indicazione  al LINFODRENAGGIO manuale secondo VODDER come tecnica di massaggio per ridurre l’edema dei tessuti e stimolare la circolazione venosa e linfatica da attuare ad opera di personale altamente specializzato nei centri di medicina estetica e di estetica avanzata.

Il protocollo prevede all’inizio due linfodrenaggi talvolta ravvicinati nella stessa settimana  per poi continuare con un linfodrenaggio a settimana per almeno dieci sedute : uno/due cicli l’anno.

Tra i trattamenti medico- estetici la MESOTERAPIA ( Terapia intradermica distrettuale) con farmaci della farmacopea ufficiale sia allopatici che omeopatici che iniettati con piccoli aghi lungo il decorso della vena safena (vena principale della gamba), determinano un miglioramento della microcircolazione perche’ “rinforzano” le pareti dei vasi venosi; otto /dieci sedute a cadenza settimanale e successivamente una seduta al mese come mantenimento per uno/due cicli l’anno da attuarsi ESCLUSIVAMENTE ad opera di personale MEDICO altamente specializzato in ambulatori medici autorizzati.

Non ultima come importanza l’attenzione della persona ad una corretta IGIENE ALIMENTARE e ad un corretto STILE DI VITA.

E’ fondamentale non improvvisare regimi dietetici da soli ma avvalersi della consulenza nutrizionale per garantire appunto una corretta alimentazione.

Ciò non vuol dire digiunare  ma quando necessario dimagrire in modo sano e graduale, apportare la giusta quantità di ACQUA, FRUTTA e VERDURA per il giusto apporto di fibre, assumere nutrienti ad azione DRENANTE ed ANTIOSSIDANTE per il corretto funzionamento del TESSUTO ADIPOSO attualmente considerato un ORGANO ENDOCRINO – METABOLICO a tutti gli effetti.

La diagnosi differenziale va fatta con le ADIPOSITA’ DISTRETTUALI che invece oltre ad essere nella donna un carattere sessuale secondario derivante dall’azione degli ormoni estrogeni  a livello del grasso superficiale ovvero quello che determina la conformazione fisica nella donna, sono dei veri e propri “serbatoi” di lipidi e quindi di energia.

Il grasso localizzato presenta delle caratteristiche in base  al seswso, età,peso corporeo,costituzione, stile di vita (sedentarietà/alimentazione), ormoni( insulina/estrogeni/testosterone/cortisolo)

Negli  UOMINI abbiamo prevalentemente una distribuzione  di tipo ANDROIDE ovvero il grasso corporeo si distribuisce al collo, viso, spalle e addome che se in eccesso parliamo di obesità androide  anche nella donna con alterazioni metaboliche.

Nella DONNA  abbiamo invece una distribuzione di tipo GINOIDE ovvero  il grasso si localizza prevalentemente  sui fianchi, natiche, cosce e addome inferiore ( distribuzione a “pera”).

Il fenomeno di incremento delle adiposità si manifesta maggiormente dopo i 40 anni.

E’ più accentuato nei casi di persone con percentuali di grasso corporeo  al di sopra dei valori normali.

DIETA e STILE DI VITA possono e devono influenzare l’eventuale GENETICA che secondo i principi della NUTRIGENETICA può anche non evidenziarsi mai.

L’ATTIVITA’ FISICA determina una distribuzione omogenea  del grasso corporeo e il livello di alcuni ormoni

Quindi: Il ruolo del medico – estetico e del Check up corpo è  di fondamentale importanza per la diagnosi differenziale tra cellulite e adiposità distrittuale e per orientare la persona di entrambi i sessi alla correzione in primis dell’alimentazione e dello stile di vita e solo successivamente per attuare un protocollo di trattamenti personalizzati atti a correggere l’Inestetismo. Vediamo quali.

RADIOFREQUENZA per il suo effetto drenante attivatore del microcircolo nonché sulla lassità cutanea  e per l’effetto di rimodellamento corporeo che si ottiene anche successivamente al ciclo completo di 8/10sedute a  cadenza settimanale.

ULTRASUONI ed INFRAROSSI sempre con effetto antiedemigeno  e di lisi(rottura) delle cellule adipocitarie con liberazione di ac. grassi e trigliceridi ).

LINFODRENAGGIO e MESOTERAPIA : vasoattiva e lipolitica

Queste sono le strategie sempre attuali per contrastare efficacemente le condizioni di cellilite, adiposità distrittuali e lassità cutanea.

Per informazioni : www.centrobenesseremerolla.it/com

Tel. 081/0136862

0

Ogni gravidanza comporta delle scelte volte a salvaguardare la salute di mamma e bambino. Una futura mamma spesso acquisisce abitudini alimentari migliori e uno stile di vita più sano, così da proteggere anche la salute di suo figlio. Queste scelte includono anche visite di controllo periodiche ed esami di screening prenatale, come ad esempio il test DNA fetale

Happy pregnant couple over grey background close-up
Happy pregnant couple over grey background close-up

Per monitorare l’andamento della gravidanza, i ginecologi raccomandano una serie di controlli che vanno oltre le normali ecografie. In particolare, i test di screening prenatale non invasivi consentono di verificare lo stato di salute del feto fin dalle prime settimane di gestazione. È però importante scegliere i tipi di esami più attendibili e in linea con le proprie esigenze tra i tanti a disposizione, impresa non sempre facile per i futuri genitori.

Una prima discriminante è quanto presto si vogliono conoscere le condizioni del bambino. Il test del DNA fetale è un esame di screening prenatale che si può effettuare già dalla 10a settimana di gravidanza. Altri esami sono il Bi test, effettuabile tra la 11a e la 13a settimana insieme alla translucenza nucale e il Tri test, effettuabile tra la 15a e la 17a settimana.

Il tasso di affidabilità è un altro fattore fondamentale nella scelta del test di screening prenatale giusto. Lo si misura in base alla percentuale di anomalie effettive rilevate e al tasso di falsi positivi, ovvero i risultati che dichiarato un’anomalia che in realtà non è presente. Il Bi test insieme alla translucenza nucale rilevano la Trisomia 21 con un tasso di affidabilità dell’85% circa¹, mentre i falsi positivi arrivano al 5%. Il Tri test ha un tasso di affidabilità di circa il 60%, con una percentuale di falsi positivi che raggiunge l’8%. Il test DNA fetale ha un tasso di affidabilità del 99,9%² nel rilevare le trisomie fetali principali, con un tasso di falsi positivi che sta sotto lo 0,3%.

Tutti questi test mostrano il tasso di probabilità che il bambino abbia un’anomalia cromosomica. Sono test preliminari: in caso di esito positivo o poco chiaro, si procede con esami di diagnosi prenatale. Scegliere un test prenatale non invasivo con un’alta affidabilità permette alla mamma di ridurre le probabilità di dover ricorrere ad esami di tipo invasivo. Questi test consentono però di effettuare una prima scrematura, in modo da usare i metodi più invasivi solo là dove strettamente necessario. Per scegliere il test più adatto è consigliabile consultarsi con il proprio ginecologo.

Fonti:

1.Medicina dell’età prenatale: prevenzione, diagnosi e terapia dei difetti congeniti e delle principali patologie gravidiche ­Di Antonio L. Borrelli, Domenico Arduini, Antonio Cardone, Valerio Ventrut

  1. Poster Illumina ISPD_2014 Rev A

0

Un regime alimentare sano, la pratica regolare di attività fisica, mantenere sotto controllo il proprio peso non sono solo buone abitudini, ma aiutano anche nella prevenzione dell’insorgenza di alcune forme tumorali come il tumore al seno, al fegato, all’esofago e al colon-retto

tumore-al-seno-2Nei paesi occidentali, dove almeno il 30% dei tumori è stimato essere legato all’alimentazione scorretta, si moltiplicano gli studi su quanto un’alimentazione sana ed uno stile di vita corretto incidano sulla prevenzione di diverse malattie oncologiche. Attualmente, l’attenzione alla dieta è il secondo valore in ordine di importanza per la prevenzione dei tumori, preceduto solo dal non fumare¹.

 

Nitriti e nitrati utilizzati nella conservazione di salumi e insaccati, alfatossine generate da muffe nei cibi, grassi e proteine animali assunte in eccesso², sono tra le sostanze considerate più pericolose per la salute alimentare e per l’insorgere di possibili neoplasie. Pasta, pane, legumi, frutta, verdura e cerali sono invece considerati alleati, assieme a soia, alghe, curry e zenzero, alimenti tipici di cucina estera. Le fibre²˒³, ad esempio, sono considerate utilissime nella prevenzione di alcune forme tumorali tra cui il tumore al seno e quello allo stomaco la cui incidenza è minore nelle persone che seguono una dieta ricca di tali sostanze. Le fibre  regolano la produzione di estrogeni (ormoni considerati, ad alti livelli, una delle principali concause del tumore alla mammella).

 

Indice di un’alimentazione sana ed equilibrata è il mantenimento del peso forma, unito ad una massa corporea tra 18,5 e 25¹ (il valore si calcola dividendo il peso espresso in chili per il quadrato dell’altezza espressa in metri).

 

Una buona abitudine potrebbe essere quella di effettuare un’ora di attività sportiva giornaliera⁵ tenendo presente il proprio fisico e le proprie esigenze. Si può iniziare con 30 minuti di camminata veloce per limitare la sedentarietà e passare ad attività più durature col tempo a seconda della propria forma fisica. È stimato che le donne che praticano regolarmente attività sportiva hanno il 12% di rischio in meno di ammalarsi di tumore al seno⁴.

 

È bene consultare il proprio medico per pianificare uno screening regolare, adatto alla propria salute e alla propria familiarità con forme tumorali. Un piano di prevenzione completa, dai controlli regolari con medici specialisti ai test genetici per la rilevazione di mutazioni associate ad alcune tipologie di forme tumorali (come il test BRCA per la prevenzione del tumore al seno), può aiutare a prevenire l’insorgere della malattia e a curarla per tempo.

 

0

 

Il ponte del 2 giugno per una vacanza super con tutta la famiglia grazie alle originali proposte del consorzio Italy Family Hotels, specializzato per i piccoli ospiti e per la tranquillità dei genitori

italy-family-hotels-mirtillo-rosso-5

L’estate sta arrivando e il ponte del 2 giugno 2017 è particolarmente vantaggioso per una vacanza con tutta la famiglia. Capita infatti di venerdì, occasione per conquistarsi un weekend lungo da vivere in montagna, per dedicarsi ad escursioni ed attività nella natura approfittando delle temperature miti o al mare per godersi i primi bagni e il sole sulla spiaggia. L’importante è tenersi i giorni liberi, perché con il consorzio Italy Family Hotels, che mette insieme oltre 100 alberghi a misura di famiglia e di piccoli ospiti in tutta Italia, c’è solo l’imbarazzo della scelta.

TUTTI AL MARE!

Il 2 giugno i bimbi incontrano le Winx sulla Riviera Romagnola

I bimbi incontrano le Winx sul mare della Riviera Romagnola, dove il Blue Suite Hotel di Bellaria-Igea Marina (RN) ha organizzato un ponte del 2 giugno 2017 davvero speciale. Le 3 fatine giocheranno con i bambini, tra laboratori e balli, regaleranno gadget, firmeranno autografi e scatteranno foto con loro, fra magie e sorprese. Intanto mamma e papà potranno rilassarsi nella Spa e nuotare nella piscina esterna a 30° per grandi e piccoli, oppure sdraiarsi al sole sulla spiaggia privata. Inoltre, le famiglie che scelgono la Suite attico Blu Dream o la Suite Trilocale, trovano una cameretta singola con balcone e bagno privato tutta a tema Winx. Il pacchetto da 3 o 4 notti comprende la mezza pensione o pensione completa, animazione dalle 10.00 alle 22.00 tutti i giorni, buono Spa di 30 euro ed accesso al centro benessere, 2 lettini ed un ombrellone sulla spiaggia privata. I bimbi fino ad 8 anni con 2 adulti non pagano. Il prezzo per 3 notti è da 709 euro a famiglia in mezza pensione, da 899 euro per 4 notti. (+39 0541 332 454, www.italyfamilyhotels.it)

 

Wellness panoramico sul mare a Riccione

Il sole sulla pelle e il wellness vista mare, mentre i piccoli si divertono tra spiaggia ed un ricco programma di attività. Tutti in costume il 2 giugno all’Hotel Adlon di Riccione, dove i bambini possono contare sull’animazione per tutto il giorno. La proposta in formula “Smile light inclusive” comprende l’ombrellone e 2 lettini sulla spiaggia privata, l’ingresso illimitato all’Oasi del benessere panoramica all’ultimo piano dell’hotel, palestra, city bike con seggiolino per andare alla scoperta della città. Inoltre, per i bimbi dai 3 ai 6 anni c’è il miniclub e per i più grandi lo junior club. Le mamme e papà con i bebè hanno a disposizione la biberoneria 24H, menu dedicati, dotazioni ed orari flessibili. Il prezzo è a partire da 75 euro al giorno a persona. Ma un bambino fino a 12 anni in camera con i genitori soggiorna gratis. Il secondo e il terzo pagano la metà. (Tel. 0541643550, www.italyfamilyhotels.it)

TUTTI IN MONTAGNA!

Bagni ai Sali oceanici ed escursioni in quota in Val di Fiemme

Un laghetto balneabile scintilla nel parco di 10mila mq che circonda il Rio Stava Family Resort & Spa di Tesero (TN), paradiso per famiglie della Val di Fiemme, luogo privilegiato di partenza per escursioni tra le Dolomiti. Da giovedì 1° giugno a domenica 4, l’avventura in montagna è molto vantaggiosa. Per mamma e papà c’è l’intimità di un bagno ai sali oceanici nella Private Spa Suite, mentre i bambini si divertono con gli animatori nelle aree a loro dedicate. Un altro giorno possono partecipare tutti insieme ad un’escursione in quota guidata tra le meraviglie naturalistiche della Val di Fiemme. La proposta di 3 notti e 4 giorni in pensione ¾ gourmet all inclusive, compreso anche l’accesso libero alla Spa di 1400 mq, è da 567 euro per 2 adulti con un bambino fino a 12 anni in classic room, da 690 euro per la famiglia composta da 2 adulti con 2 bimbi fino a 12 anni in junior suite. (Tel. +39 0462 814446, www.italyfamilyhotels.it)

 

Il 2 giugno per i bambini è Natale sul Monte Rosa

La gioia dei bimbi a Natale si vive tutto l’anno alle pendici del Monte Rosa, dove il Mirtillo Rosso Family Hotel di Riva Valdobbia (VC) celebra la festa più amata anche in occasione del ponte del 2 giugno 2017. Il 1° giugno ci sono le divertenti attività della Vigilia “fuori data”, poi il giorno successivo, la serata più dolce e magica dell’estate. Numerose sono le attività per la famiglia in questo accogliente hotel, che ospita anche il centro benessere Bolle Blu!Family Spa per tutte le età, con piscine interna ed esterna e piscina per i bimbi. Prezzi a partire da 110 euro a notte a persona. I bambini dai 3 ai 13 anni hanno il 50% di sconto, i bebè fino a 2 anni pagano 20 euro. (+39 0163 91810, www.italyfamilyhotels.it)

 

0

 

Esce “n’ata notte” il nuovo singolo del cantautore Franco Ricciardi che anticipa l’uscita dell’album prevista per il mese prossimo. “N’ata notte” è un brano scritto dallo stesso Ricciardi che, per parlare d’amore, sceglie la semplicità del messaggio, sia nelle parole che nello stesso arrangiamento essenziale e quindi diretto

ricciardinatanotte La scelta di accenni di elettronica regalano al brano una freschezza contemporanea che fa di Franco Ricciardi un cantautore sulla cresta dell’onda nel panorama della canzone partenopea che, nonostante la sua lunga carriera, sa essere attuale, innovativo e schietto. Il brano è disponibile su spotify e su tutte le piattaforme digitali.

 

0

Il 31 marzo 2017 a Palazzo Petrucci si terrà l’ evento  Racconti di Grano Chirico#nonsolopastiera. Un cruciale point break iniziato mesi fa, inizialmente scandito dal tempo del concorso “Vinci con i tuoi racconti di Grano Chirico” lanciato con il supporto della piattaforma di registrazione ricette, mysocialrecipe.com, a cui hanno partecipato abili chef e appassionati di cucina che si sono cimentati in golose ricette con il grano cotto come protagonista di primi piatti, contorni, secondi e altre formidabili grano-ricette

1_2016

Palazzo Petrucci. Siamo alle battute finali di un tamtam mediatico che annuncia una rivoluzione messa in atto dall’azienda Chirico e che ha per protagonista il grano cotto. Un cruciale point break iniziato mesi fa, inizialmente scandito dal tempo del concorso “Vinci con i tuoi racconti di Grano Chirico” lanciato con il supporto della piattaforma di registrazione ricette, mysocialrecipe.com, a cui hanno partecipato abili chef e appassionati di cucina che si sono cimentati in golose ricette con il grano cotto come protagonista di primi piatti, contorni, secondi e altre formidabili grano-ricette. Da questa iniziativa è emersa una fondamentale consapevolezza: il grano cotto ha mille e una combinazione possibile in cucina, capace di sostituire uova e grassi in qualsiasi ricetta. Prossimo step sarà l’evento esclusivo del 31 marzo alle ore 13.30 a Palazzo Petrucci, mecca del gusto e luogo caro all’azienda Chirico perché è qui che è partita la startup del grano cotto rivisitato con la pastiera scomposta, ad opera dello chef Lino Scarallo.
Dopo essersi esibiti nella mattinata del 31 marzo presso la Toffini Academy di Napoli, la scuola di arte culinaria della Toffini Cucine, nell’incantevole cornice di Posillipo, saranno premiati i tre finalisti del concorso, selezionati da una prestigiosa giuria, presieduta dal maestro pasticcere Alfonso Pepe, e composta da Giuseppe Giuliano, responsabile nazionale pasticceria FIC (Federazione Italiana Cuochi), Giuseppe Daddio, chef e direttore della Scuola Dolce e Salato, Raffaele Pignataro, esperto di lievitati e food-blogger, e Fabiola Quaranta, giornalista specializzata. Qui avverrà la consegna del premio, un buono spesa del valore di 2.400 euro ad uno dei tre finalisti: Francesco Zagarola, con il suo antipasto versione finger food di Crocchette di baccalà in crosta di pane alle erbe, Sonia Tortora, autrice di un contorno di Involtini di zucchine al grano cotto con maionese di barbabietola e Andrea Maggiore, in gara con il suo dessert Frangigrano pistacchio e lamponi. Oltre al vincitore assoluto, sarà assegnata una menzione alla ricetta più cliccata su Mysocialrecipe, le Frittelle di pastiera napoletana di Tiziano Terracciano premiato dalla biologa nutrizionista Francesca Marino, ideatrice ed amministratrice di Mysocialrecipe.
Moderatore degli interventi previsti alla kermesse Racconti di Grano Chirico- #nonsolopastiera sarà la giornalista del Corriere del Mezzogiorno, Anna Paola Merone che introdurrà l’intervento di Mario Palma, Amministratore dell’azienda Chirico, che esporrà la storia, le qualità e gli sviluppi della rottura del paradigma del grano cotto con la Pastiera facendo da apripista ai contributi successivi in un clima di importante condivisione. Ciascuno di loro racconterà in poche parole cosa significa innovare nella tradizione e in che modo ha impresso la sua personale interpretazione sul sentiero di rottura di uno schema nella propria attività. Ne parleranno gli chef Alfonso Pepe, Lino Scarallo, Giuseppe Daddio, Rosanna Marziale, Marco Infante, Sabatino Sirica, Paolo Caridi; non solo chef sul palco ma anche il Prof. Alberto Ritieni, dipartimento di Farmacia, Professore di Chimica del Cibo della Università di Napoli Federico II; l’Amministratore Delegato dell’azienda di alta sartoria Kiton Antonio De Matteis e la food blogger Sonia Peronaci fondatrice di Giallozafferano e di Soniaperonaci.it. A premiare il vincitore assoluto il giornalista del Mattino, Luciano Pignataro.

 

MENU

Il menu dell’evento, interamente studiato e realizzato con il grano Chirico, sarà a cura della scuola di cucina e pasticceria Dolce & Salato guidata dallo chef Giuseppe Daddio in sinergia con lo chef di Palazzo Petrucci Lino Scarallo.

Sarà così formulato:

Bocconcini di Maiale papaccelle e crema di grano;

Zeppoline di pasta cresciuta con lardo ed erbette;

Baccalà e grano in crosta di pane verde;

Muffin di grano e salame.

Come dessert, Pastiera scomposta di Lino Scarallo;

Sfogliacampanella di grano di Ferrieri; Pastiera Inversa di Giuseppe Daddio; Chirigrano di Casa Infante.

In abbinamento, i vini di persistenza di Salvatore Martusciello: il TRENTAPIOLI  – Asprinio d’Aversa doc brut 2016 Metodo Martinotti, l’ OTTOUVE  – Gragnano della Penisola Sorrentina doc 2016, il SETTEVULCANI  – Falanghina dei Campi Flegrei doc 2015. Ad accompagnare gli ospiti alla fine dell’evento, la linea di liquori “Desiderio dei gusti campani” di Desire.

 

0

Se vi trovate a Milano o ci andrete  in questi giorni, c’è tempo fino a venerdì 31 marzo per visitare una mostra unica e suggestiva: “UNSCENT Glove Lovers”. Inaugurata ieri nella cornice artistica di Avery Perfume Gallery presso Excelsior Milano e organizzata da Intertrade Group, presenta una selezione esclusiva di guanti creati dalla designer svedese Thomasine Barnekow

La mostra rientra nell’ambito degli eventi esclusivi UNSCENT, la piattaforma di ricerca olfattiva di Intertrade Group che da tempo permette di esplorare l’universo della profumeria artistica, e proprio per questo avviene in concomitanza di Esxence, evento unico nel suo genere, che ogni anno attira migliaia di appassionati della profumeria d’autore.

Il percorso espositivo porta alla scoperte della storia e dell’arte dei maestri guantai e profumieri, celebrando l’eccellenza della sarta d’alta moda svedese che da dieci anni sviluppa e rinnova questa antica arte quasi dimenticata. “Siamo felici di avere coinvolto il talento di Thomasine Barnekow. L’incredibile design artistico dei guanti e la sua straordinaria creatività hanno già conquistato artisti e musei in tutto il mondo. – sottolinea Celso Fadelli, Presidente e Fragrance Curator di Intertrade Group – Questa particolare occasione offrirà l’opportunità di approfondire uno dei capitoli più interessanti della storia, il momento in cui la vera profumeria incontrò il mondo della produzione dei guanti in pelle”.
Un racconto che parte da lontano, esattamente dal 1500. La mostra UNSCENT Glove Lovers è caratterizzata da una selezione esclusiva dei guanti spettacolari, accanto all’esposizione degli artistici profumi di nicchia di Avery Perfume Gallery. Questa collezione di accessori per le mani  è ricca di sorprese, combinazioni di materiali, fantasie e chiusure che dimostrano le sue conoscenze tecniche e l’attenzione per l’artigianato di lusso. La mostra ripercorrerà inoltre le collaborazioni di Thomasine con designer, fotografi e artisti che hanno messo in scena e valorizzato i suoi guanti attraverso fotografie e immagini affascinanti.

0

 

”Napoli na” è la storia di una amicizia, è la storia di un grande amore per Napoli, è la storia di un grande, grandissimo, sentimento per la napoletanità”. Con queste parole, Antonio Vecchiarelli descrive il suo nuovo libro. L’opera sarà presentata sabato prossimo 1° aprile, alle ore 17,30, nella sala Giovanni Paolo II di viale Europa a Pontelandolfo

copertina-frontespizio-napoli-naSi tratta, in sintesi, aggiunge l’autore “dell’amicizia tra Giorgio e Fabrizio, due studenti di ingegneria che è essa stessa costruita sulla base della cultura napoletana che merita di essere additata come modello da tramandare alle nuove generazioni insieme a tutto il resto che deve essere salvaguardato”.

La presentazione del romanzo di Antonio Vecchiarelli “napoli na – spinte cult di giovani di provincia” avrà per prologo un dibattito dal tema ”Zone interne della Campania. Quali proposte per una maggiore integrazione con le aree costiere”.

0

Dopo “Inferni Familiari” la psicoterapeuta e scrittrice Antonella Lia torna ospite della rassegna ” Letture in Ordine”  con un nuovo libro che racconta di “famiglie, segreti e cofecchie”

 

 

intrighinozze-1

Per la rassegna “Letture in Ordine“, venerdì 31 marzo 2017 alle 18:30, presso l’Ordine degli Psicologi della Campania, si terrà la presentazione del libro “Intrighi di nozze – famiglia, segreti e cofecchie” di Antonella Lia, psicoterapeuta e scrittrice.

Antonella Lia, dopo la presentazione di “Inferni Familiari“,  torna ospite della rassegna letteraria organizzata dall’Ordine Psicologi Campania dedicata a psicologi, studenti di Psicologia e appassionati di lettura, con l’ultimo libro che con umorismo, linguaggio scorrevole e molti colpi di scena, denuncia i misfatti che si commettono in famiglia.

con umorismo, linguaggio scorrevole e molti colpi di scena, denuncia i misfatti che si commettono in famiglia

A partire dalle 18:30, dopo i saluti istituzionali della presidente dell’Ordine Psicologi Campania Antonella Bozzaotra, la vicepresidente dell’Ordine Psicologi Campania Lucia Sarno, introduce e modera gli interventi di Angela Cortese, esperta dei processi formativi, che è stata Assessore Pari Opportunità della provincia di Napoli e Presidente della Commissione d’Inchiesta Anticamorra, e Armida Filippelli dirigente scolastica si è occupata dell’istruzione degli adulti e della Scuola Ospedale.