Archivio mensilegiugno 2015

0

Sintesi perfetta di multimedialità, recitazione, circo, performing art ed evento live. Il risultato è un mondo dove la tecnologia si piega alla creatività amplificando l’impatto emotivo degli spettacoli

pera tantina

Il Napoli Teatro Festival è una rassegna di respiro internazionale, ormai divenuta un appuntamento imperdibile della primavera partenopea. La filosofia del Festival è glocal, vale a dire locale e globale. Il locale è rappresentato da una serie di compagnie e di attori, che da anni operano con successo in città, il globale si coniuga con un gruppo di spettacoli che rappresentano il meglio delle produzioni internazionali.

La storia dello spettacolo è quella mitologica del pomo della discordia, tuttavia è un pretesto attraverso il quale vengono affrontati temi come la coscienza del sé, il rapporto tra amore e morte, la Tauromachia, l’interazione uomo-donna

Una calda serata di inizio estate atterra nella splendida cornice della Mostra d’Oltremare, il mondo surreale e fantastico de “La Fura del Baus”. Gruppo di teatro danza catalano che unisce danza contemporanea, arte circense, musica elettronica, recitazione e tecnologie multimediali, con il risultato di creare una performance assolutamente suggestiva ed up to date.

La storia dello spettacolo è quella mitologica del pomo della discordia, tuttavia è un pretesto attraverso il quale vengono affrontati temi come la coscienza del sé, il rapporto tra amore e morte, la Tauromachia, l’interazione uomo-donna. Pera Tantina (Pera in catalano è Pedro) è il regista e uno dei fondatori de “La Fura”, un uomo che rappresenta perfettamente l’archetipo dell’intellettuale underground, che era ragazzo negli anni Ottanta e che dunque è stato formato con l’elettronica, il post punk ed il video.

Il lavoro di Pera è pieno di una serie innumerevole di riferimenti culturali tipici di una generazione che ha vissuto sulla sua pelle la velocità stratosferica con la quale il mondo cambia in continuazione, una società liquida rappresentata benissimo dalle proposte creative della “Fura”. Se durante lo spettacolo migliaia di smart phones filmavano e fotografavano e se sempre durante lo spettacolo ognuno poteva postare in tempo reale nel web le proprie sensazioni, forse il giovane Pera trent’anni orsono aveva visto giusto.

Se durante lo spettacolo migliaia di smart phones filmavano e fotografavano e se sempre durante lo spettacolo ognuno poteva postare in tempo reale nel web le proprie sensazioni, forse il giovane Pera trent’anni orsono aveva visto giusto

«I nostri spettacoli agli esordi erano pura avanguardia, siamo stati i primi a capire l’importanza della multimedialità». Pera giustamente rivendica il suo ruolo di innovatore, ma si rende conto che oggi quello che fa la “Fura” è più organico al momento storico.

«Oggi i nostri spettacoli corrispondono alla realtà del momento, io non ho voluto cambiare il nostro stile, la scelta della tecnologia agli esordi non era una moda ma una forma espressiva che dunque manteniamo, perche costituisce la nostra identità. Gli spettacoli dunque non sono cambiati, ma rappresentano la forma con la quale il pensiero sociale si esprime, la multidisciplinarietà».

Il lavoro di un grande artista che trent’anni orsono ha creato una compagnia teatrale che oggi è considerata da molti come modello di riferimento e icona di creatività.

0

Il sito Demidoffviaggi, specializzato nell’offerta turistica che comprende i 5 continenti, suggerisce una promozione molto interessante all’interno di una struttura Francorosso

villaggio kenya

Seaclub Kole Kole

Francorosso – tutto incluso – volo + 7 notti – sistemazione in doppia superior.

La spettacolare posizione sulla bellissima spiaggia di Diani, la cura nell’arredamento, l’attenzione ai dettagli e la formula SeaClub, sono la garanzia per una vacanza davvero speciale, in uno scenario dove l’oceano è il protagonista assoluto.

Il SeaClub Kole Kole sorge a Diani Beach, in un punto del litorale dove la spiaggia è bianchissima. Il complesso, che comprende due hotel, il SeaClub Kole Kole e il Baobab Beach Resort & Spa, è immerso nella vegetazione e dista circa 5 km dal centro di Diani, 38 km da Mombasa e 48 km dall’aeroporto.

Quota base per persona: euro 1.450

Per tutte le informazioni consultare il sito: www.demidoffviaggi.com

0

Un laboratorio permanente per la ricerca di uno stile di vita etico e sostenibile, a livello ambientale, sociale e individuale. Ora, per la gioia dei tanti affezionati, anche delizioso home restaurant

Home Restaurant

Sanacore è sala lettura, laboratori e cene, una casetta accogliente del centro storico napoletano che per l’occasione si trasforma anche in home restaurant, aprendo su prenotazione le porte a tavolate di amici, con un menù squisito e assolutamente sano.

I menù proposti sono al 100% a base vegetale, per quanto possibile biologici e, facendo attenzione alla stagionalità degli ingredienti, su prenotazione, anche senza glutine

Il numero di posti a tavola è limitato, quindi per prenotare e prendere parte alle squisite cene basta, con un anticipo di circa due giorni dalla cena, scrivere un messaggio in posta privata su facebook o inviare una mail con i dettagli all’organizzazione.

Sanacore è anche un centro yoga e pilates, sempre alla ricerca del benessere per il corpo e lo spirito e fa parte del circuito Scec.

Lo Scec, “Solidarietà ChE Cammina”, rappresenta lo sconto che i soci dell’arcipelago Scec, privati cittadini, professionisti o aziende decidono di riconoscersi a vicenda in tutti i loro scambi economici che riguardano beni e servizi.

Per prendere parte agli eventi occorre un contributo di 20 euro o 18 euro e 2 Scec e scrivere un messaggio in posta privata o una email a: sanacore.na@gmail.com.

0

Da uno dei materiali più naturali e antichi nasce un vero esempio di moda sostenibile Made in Italy. Sneakers fresche e moderne che rappresentano il giusto mix tra comfort, originalità e innovazione

 

Il progetto prende vita nel 2014, dall’ incontro tra un imprenditore e un professionista del settore moda con in testa lo stesso obiettivo: creare un fashion business utilizzando carta riciclata.

Due anni di duro lavoro e di intensa attività di ricerca hanno portato alla nascita del brand Cartina. Attraverso la scoperta di un connubio perfetto tra carta e tecniche di lavorazione ha preso vita una scarpa fatta di carta riciclata, con tutte le caratteristiche estetiche e funzionali proprie di una calzatura in pelle, senza replicarne però i danni ambientali di produzione.

La carta viene lavorata nei modi più disparati, intrecci, immersioni di colore e inserti multicolor e così come una tela bianca le sneakers vengono impreziosite e rese uniche nel loro genere.

Attraverso la scoperta di un connubio perfetto tra carta e tecniche di lavorazione ha preso vita una scarpa fatta di carta riciclata, con tutte le caratteristiche estetiche e funzionali proprie di una calzatura in pelle, senza replicarne però i danni ambientali di produzione

Parte del processo produttivo è realizzato manualmente in Italia. Fondamentale è la continua volontà  dell’azienda di mantenere vivo il concetto di artigianalità accostandolo, passo dopo passo, ai progressi innovativi e di sperimentazione sui quali è fondato il marchio.

Cartina, grazie al continuo studio sui materiali e sulle loro potenzialità, attualmente è proprietaria di marchi e brevetti internazionali, che proteggono l’esclusività del prodotto e la particolare tecnica  legata alla lavorazione della carta.

Una scarpa etica, rivoluzionaria e di alta qualità, senza dubbio “glamour-green”.

 

La collezione Cartina shoes è in vendita sul sitoweb www.cartinapaperidea.com

0

Nuove offerte lavorative da parte della nota catena tedesca di supermercati. Il discount è alla ricerca di nuove risorse da inserire nel proprio organico. Le selezioni sono aperte, in particolare, per le strutture operanti al centro e al nord

assunzioni lidl

Lavoro supermercati Lidl, offerte per commessi specializzati, profilo e requisiti:

Nel ruolo di commesso specializzato la risorsa collaborerà con il capo filiale per una gestione ottimale del punto vendita, in particolare svolgendo mansioni operative di supporto, assistendo la clientela per ogni richiesta o necessità e sostituendo il capo filiale in caso di assenza. Requisiti richiesti:

Diploma di maturità o laurea;

Flessibilità, dinamismo e predisposizione al lavoro di squadra;

Precedente esperienza in settori analoghi;

Passione per il commercio e ottime doti comunicative;

Forte orientamento al cliente.

 

Lavoro supermercati Lidl, offerte per addetti vendita, profilo e requisiti:

Gli addetti vendita in Lidl svolgono le seguenti attività: collaborazione con il team per una gestione efficiente del punto vendita; rifornimento dei prodotti, predisposizione e gestione degli articoli promozionali; gestione della cassa; assistenza al cliente; sistemazione e pulizia dei locali. Requisiti richiesti:

Diploma di maturità;

Spiccato orientamento al cliente;

Predisposizione al lavoro di squadra

Affidabilità e flessibilità;

Approccio multitasking;

Interesse per il commercio.

 

Per candidarsi ad una delle offerte lavoro supermercati Lidl, visitare direttamente la pagina dedicata alle posizioni aperte in Lidl:

http://lavoro.lidl.it/cps/rde/career_lidl_it/hs.xsl/lavorare-in-lidl-italia-1068.htm

0

Seconda edizione per la kermesse di Terra di Lavoro, che si trasforma per l’occasione nuovamente nella patria incantata degli artisti di strada, nel cuore del suggestivo borgo medievale casertano

Radici Fest a Casertavecchia

Sabato 4 e domenica 5 luglio 2015, il borgo medievale di Casertavecchia sarà animato anche quest’anno dai Buskers, gli artisti di strada, che tra musicisti, mimi e giocolieri, daranno nuovamente vita al “Radici Fest 2015”, una serata colorata e diversa nell’antico centro casertano.

Il “Radici Fest” è un festival gratuito dedicato interamente ad artisti e performer che non necessitano di un palcoscenico per i propri spettacoli, ideale trampolino di lancio per creare e promuovere arte e cultura dal basso, in uno scenario davvero mozzafiato, come solo lo splendido borgo medievale di Casertavecchia può essere.

Per tutti i visitatori, tra i vicoli e le stradine, in entrambi i giorni, si snoderà una fiaba a cielo aperto, con artisti di strada, danze folk e musica popolare, un mercato di prodotti artigianali, enogastronomia locale, visite guidate ai monumenti con successivo ingresso al castello trucca bimbi

La kermesse è stata organizzata dall’associazione di promozione sociale “ZeroZero Live”, in partnership con la Pro Loco Casertantica che, dopo il grande successo dell’anno scorso, ha deciso di ripetere l’evento con un doppio appuntamento con il patrocinio morale del Comune di Caserta.

Per tutti i visitatori, tra i vicoli e le stradine, in entrambi i giorni, si snoderà una fiaba a cielo aperto, con artisti di strada, danze folk e musica popolare, un mercato di prodotti artigianali, enogastronomia locale, visite guidate ai monumenti con successivo ingresso al castello trucca bimbi, animazione e baby parking, proiezione di cortometraggi, mostre di pittura e tanto altro ancora.

 

Info:

Casertavecchia

Sabato 4 e Domenica 5 luglio 2015

radicifest@gmail.com

0

Il Comune, nell’ambito degli interventi finalizzati allo sviluppo e alla coesione urbana, con il supporto dell’Unione Europea, ha realizzato un laboratorio delle attività e abilità per promuovere l’occupazione e sostenere la creazione di imprese rosa

donne imprenditrici

“Vivaio donna” è un spazio polifunzionale nel centro di Napoli in grado di accogliere e accompagnare nel tempo donne che necessitano di rafforzare le proprie competenze affinché possano far decollare la loro attività.

Il progetto muove dall’esigenza di dare risposta ad un fenomeno in forte crescita nel nostro Paese legato

Secondo gli ultimi dati dell’Osservatorio sull’imprenditoria femminile di Unioncamere, nell’anno 2013-2014 le imprese di donne hanno fatto segnare un aumento del proprio stock pari al 55% del saldo complessivo delle aziende italiane nello stesso periodo

all’imprenditoria femminile. Secondo gli ultimi dati dell’Osservatorio sull’imprenditoria femminile di Unioncamere, nell’anno 2013-2014 le imprese di donne hanno fatto segnare un aumento del proprio stock pari al 55% del saldo complessivo delle aziende italiane nello stesso periodo.

Un dato interessante: nonostante la fragilità della struttura organizzativa e la bassa longevità delle imprese femminili, queste ultime sono riuscite ad ottenere un buon livello di produttività, quindi supportarle concretamente può generare un valore aggiunto considerevole.

Le protagoniste del progetto sono 70 donne selezionate con cura, dotate di un forte talento artistico e artigianale da valorizzare. I loro prodotti saranno infatti scelti per essere inseriti nella filiera della moda, del design e, più in generale, dell’artigianato.

L’obiettivo è quello di rendere possibile lo sviluppo e di mettere in rete piccole attività artigianali d’alta qualità, destinate altrimenti a restare amatoriali o prive di un’identità imprenditoriale, cercando di massimizzare le potenzialità di questi prodotti e puntando a mercati di nicchia.

Le protagoniste del progetto sono 70 donne selezionate con cura, dotate di un forte talento artistico e artigianale da valorizzare. I loro prodotti saranno infatti scelti per essere inseriti nella filiera della moda, del design e, più in generale, dell’artigianato

“Vivaio donna” è lo spazio fisico, ma anche simbolico e virtuale, in cui donne talentuose hanno l’opportunità di crescere, confrontarsi, acquisire competenze manageriali per trasformare la propria idea e la propria creazione in un progetto di impresa oppure, se già ne hanno una, di promuoverla, rafforzarla e renderla più competitiva sul mercato.

Ma il vivaio, oltre a promuovere l’aggregazione e la contaminazione delle abilità mediante azioni di team building, offre numerosi altri servizi. Il più innovativo è sicuramente quello che consente di connettere le nuove tecnologie con il patrimonio di tradizione del territorio napoletano. Infatti il made in Naples realizzato esclusivamente in pezzi unici viene prodotto con il supporto del “FabLab” messo a disposizione da “Vivaio donna” e l’utilizzo delle stampanti 3D. Una nuova prospettiva per l’imprenditoria femminile napoletana.

0

L’iniziativa è del maestro pizzaiolo  Guglielmo Vuolo che, dopo mesi di sperimentazione, con ben cinquemila focacce sfornate per i propri clienti, propone, a pranzo e a cena, solo prodotti fatti con l’impasto marino, che vanno a ruba tra i residenti e i turisti di tutto il mondo

pizza all'acqua di mare

«Ho creato una pizza più leggera, soffice, digeribile, attenta al benessere e al piacere del palato, consentendo la scoperta dei gusti autentici degli ingredienti. Utilizzando l’acqua di mare al posto del sale sono riuscito ad esaltare i sapori e, adesso, i clienti impazziscono per questo prodotto».

Guglielmo Vuolo, che opera ad “Eccellenze Campane”, il complesso di via Brin a Napoli, è un maestro pizzaiolo napoletano sempre alla ricerca di nuove sperimentazioni. Preparare una pizza all’acqua di mare non è un’operazione semplice. La tecnica è complessa e richiede una lunga lievitazione, di oltre 20 ore, a temperatura ambiente. «L’assenza totale di sale e di cloruro di sodio – spiega

Questo prodotto è orientato alla tutela della salute e del benessere e punta a un’alimentazione più sana. Mentre nel sale da cucina, infatti, c’è quasi esclusivamente cloruro di sodio, che non fa certo bene, nell’acqua di mare ci sono ben 92 diversi elementi della tavola periodica fondamentali per l’equilibrio del nostro corpo

Guglielmo – crea problemi alla preparazione dell’impasto e c’è bisogno di grande attenzione nei vari passaggi. L’acqua di mare, chiaramente, non è quella che si può raccogliere andando sulla spiaggia, ma utilizzo un prodotto microbiologicamente puro, a uso alimentare, realizzato dalla Steralmar di Bisceglie, dopo una lunghissima sperimentazione sulla base di un protocollo d’intesa siglato con il Cnr (Consiglio nazionale delle ricerche) il 9 maggio 2012».

Questo prodotto è orientato alla tutela della salute e del benessere e punta a un’alimentazione più sana. Mentre nel sale da cucina, infatti, c’è quasi esclusivamente cloruro di sodio, che non fa certo bene, nell’acqua di mare ci sono ben 92 diversi elementi della tavola periodica fondamentali per l’equilibrio del nostro corpo.

L’obiettivo futuro, a detta degli esperti chimici, è riuscire a sostituire il sale con l’acqua di mare, sia nell’alimentazione sia nella produzione di cibo, anche a livello industriale. Vuolo lo sta facendo prima degli altri, ottenendo dei risultati lusinghieri e inaspettati.

0

La struttura ricettiva è ospitata nello splendido scenario del Golfo di Gaeta, circondato dal verde di una secolare pineta alla quale fanno da cornice i suggestivi monti Aurunci. In un giardino di palme e pini sono incastonati una grande piscina e un ampio solarium dai quali si accede alla spiaggia

 domizia palace hotel

Il Domizia Palace Hotel, che sorge a Baia Domizia, in un’oasi di tranquillità e rilassatezza dispone di una palestra interna e di un campo da tennis dotato di un impianto di illuminazione.

Per l’estate 2015 la struttura offre le seguenti promozioni:

Prima settimana di agosto, “Special Offer”: -15% su trattamento di pensione completa(disponibilità su richiesta).

Fine agosto, “Special Offer”: 7=5 (disponibilità su richiesta).

Per Info: 

Domizia Palace Hotel

Viale dei Tamerici, 55, 81037 Baia Domizia (Ce)

Tel. 0823 749111

0

Il centro culturale e artistico ospitato in Corso Vittorio Emanuele 750 (di fronte Metro Mergellina) a Napoli prosegue fino a luglio le proprie attività. Dopo la pausa di agosto riprende a funzionare a settembre
campo-estivo

Il primo laboratorio da seguire è “Mattine creative”, dal lunedì al sabato, dalle ore 10 alle 13.

Tra le tante attività previste ci sono:
– Laboratorio d’argilla
– Laboratorio di pittura creativa
– Laboratorio di riciclo artistico
– Laboratorio di scrap art

I costi sono i seguenti:
€ 45 a settimana (3 mattine come da calendario)
€ 40 a settimana per n° 2 settimane (6 mattine come da calendario)

Per “ArteinOrto”, laboratorio artistico dedicato ai bambini e alla natura, una volta a settimana al Campo Scuola Il Trattorino è possibile accedere, invece, solo su prenotazione.

Per confermare la prenotazione o ricevere informazioni sulle attività è possibile chiamare ai numeri: 081 19568663 – 347 8734742 o inviare una mail a: segreteria@creativarte.info